APERTURA AL PUBBLICO
Lun. Mart. Merc. 10:00-13:00/14:00-16:00
Giov. 10.00-13:00
CONSULENZA ANAGRAFE EQUINA
Lunedì su appuntamento
Dott.ssa Lisa Longo - cell. 3921431003

Tra le numerose amazzoni e cavalieri scesi in campo all'Horse Riviera Resort, il Lazio si è fatto rispettare grazie alle prestazioni di Emiliano Liberati. Il cavaliere classe 1974 si è distinto il primo giorno di gare in sella a  Dooley Wv, aggiudicandosi la terza posizione della categoria più alta di giornata, di altezza 1 metro e 40. Ha chiuso, infine, sempre al terzo posto nella gara di 135 centimetri, domenica, con Verron.

Domenica 4 novembre si è concluso l’innovativo circuito ideato da Stefano Bellantonio, Riccardo Ciani e Marco Sassara in collaborazione con il comitato Fise Lazio. Protagonisti indiscussi i nostri atleti targati Fise Lazio. I giovani si sono sfidati in due trofei, andati in scena su due tappe (ne erano previste tre, vedi articolo) presso il Centro Equestre Kappa e l’ Equestrian Center C&G.

La migliore del Trofeo Stile Fise Lazio sull’altezza di 1 metro e 15 è stata Federica Marras con Gidanita (C.I. Excalibur, istr. Giulia Gaia Alessandrini), piazza d’onore per Marcello Umundi su Idako (Casaletto Horses, istr. Stefano Vagaggini), e terzo posto per Fabiana Minucci in sella a Didone Grigia (C.I. Casale San Nicola). Ai piedi del podio è arrivato Alessio Cintoni con Flirtin Man (Equestrian center C&G), quinto Mattia Passacandili su Contiana Di Vila Francesca (C.I. Talus, istr. Rodolfo Del Treste), sesta Benedetta Cicoletti su Ryan’Star Du Rezidal (Un Cavallo Per Amico, Istr. Daniela Lori) ed ottava Elisa Barone con Amor S.A. (C.I. Poggio dei Fiori, istr. Antonio De Cesaris).

Tra i padiglioni più movimentati della Fieracavalli Verona, in risalto il Padiglione 8, che ha ospitato, oltre ai big del salto ostacoli nazionale e internazionale anche il 120x120. Circuito innovativo ideato dalla Fise per festeggiare i 120 anni della fiera equestre più grande a livello nazionale ed affidato alla voce di Carlo Rotunno.

Marziani 2 1 ok rid

Splendido risultato azzurro nella giornata di chiusura della 120^ edizione di Fieracavalli

Un grandissimo Luca Marziani in sella a un superbo Tokyo du Soleil ha ottenuto oggi, domenica 28 ottobre, il quinto posto nel Gran Premio Longines FEI World Cup™ Presented by Fieracavalli-Veronafiere di Jumping Verona.

L’aviere capo ha messo a segno un bellissimo doppio netto nella prova mista (h. 160) e tagliato il traguardo in 39”69. Una gara bellissima, che è riuscita a emozionare ancora una volta il caloroso pubblico veronese, in un’arena sold-out nell’ultima giornata della 120^ Fieracavalli.

A vincere il Gran Premio, terza tappa del circuito di Coppa del Mondo (Western European League) 2018/2019, è stato il tedescoDaniel Deusserche ha regalato una lezione di grande equitazione.

In barrage Deusser, ultimo ad entrare in campo, è stato infatti velocissimo e senza alcuna esitazione del suoCalisto Blue ha fermato il cronometro sul tempo di 36.83 secondi. Un tempo ‘monstre’ di venti centesimi migliore di quello che sembrava imbattibile fatto registrare dal belgaNiels Bruynseelscon una reattiva Gancia de Muze (0/0; 37.03).

A sua volta Bruynseels aveva bruciato sul tempo la prova dello svizzeroMartin Fuchs e il grigio Clooney 51 (0/0; 38.40), binomio questo medaglia d’argento ai recenti mondiali di Tryon, per una emozionante escalation di grandi prestazioni.

Brillante anche la prova del binomio vincitore a Jumping Verona 2014 formato dall’irlandeseBertram Allene Molly Malone V oggi quarto (0/0; 38.60).

Il pubblico di Verona ha dunque gioito, grazie alla stupenda performance diLuca Marzianiche con un altro doppio netto ha incrementato la sua oramai lunga serie di ‘clear round’ in gare di massimo livello.

Classifica 

(Nella foto: Luca Marziani su Tokyo du Soleil)

Dopo i successi delle rappresentative laziali, l’attenzione del pubblico presente all’Arena Fise è stata rivolta ai concorrenti che a seguito delle selezioni territoriali e della semifinale a San Giovanni in Marignano,  sono stati decretati tra i migliori binomi italiani del premio Equifashion Progetto Sport Colonnello Lodovico Nava. Domenica pomeriggio si sono, infatti, disputate le finali del livello base e 1.

Un pizzico di sfortuna e forse di emozione nel competere sotto gli sguardi di una tribuna gremita, ha fatto si che nessuno dei nostri sia riuscito a mantenere le ottime posizioni del primo giorno di gare, ma di certo rimarrà un’esperienza indimenticabile che arricchirà il bagaglio sportivo delle nostre leve.

Nel livello Base di 90 centimetri riservato a junior e children in mostra Francesco Bellotti su Cassiana DI Villa Francesca (Parco dell’Insugherata, Istr. Raffaele Tagliamonte), che ha concluso al quinto posto.  Sulla stessa altezza, ma nel circuito riservato ai senior è arrivata sesta Sabrina Giordano Orsini su Temptation (Kappa).

Alzando di dieci centimetri non sono mancati i risultati. È stata Beatrice Guidotti Battaglini (C.I. Della Leia/ Istr. Maria Gabriella Ascenzi) la migliore del livello 1 Pony, che in sella al suo Kasper ha firmato la quinta posizione. Al nono posto e con un po’ di amaro in bocca, dopo la piazza d’onore del primo giorno, nona Arianna Centrone con Atomic De Menardiere (Santa Anastasia/Istr. Sergio Capobianchi).  Nella stessa categoria riservata ai senior è stata l’amazzone Carlotta Monno con Vanda DI Sabuci (C.I. Castelnuovo/Istr. Leonardo Rocchi Sangro), settima classificata, l’unica rappresentante laziale.

Nella gare premio Safe Riding Valeria Tirelli si è aggiudicata la quinta e la sesta posizione rispettivamente nelle giornate di giovedì e venerdì in sella a Elle Wave D’Esprit Z (Pony Club Roma/Istr. Antongiulio Pieraccini). Mentre Diego Canapini sull’altezza di un 1 metro e 25 ha ottenuto il quinto e l’ottavo posto in sella a Lussy Di Donna Olimpia e Vanessa De Coquerie (C.E. Fioranello/Istr. Federico Bellin) e decima Cristina Di Paola su Chinook Rosso (A.SP.E.R Team/Istr. Flaminia Luciani) nel circuito Bronze di giovedì.

Errata Corriege:

 

Nella Coppa Campioni vinta da Zoe Tomassini su Aughavannon Chez, abbiamo il piacere di comunicare che a seguito di un errore sulla sommatoria dei punti della classifica finale il terzo gradino del podio è stato assegnato a Ornella Calderini su Schamitzi (C.I. Della Leia/Istr. Maria Gabriella Acsenzi) e l’ottavo Gualtiero Nepi in selle a Jessie J (C.I. Della Leia/Istr. Maria Gabriella Ascenzi). Quindi è stato rettificato il seguente articolo (link)

Ricordiamo che è possibile vedere lo speciale Fieracavalli Verona sulla pagina Instagram Fiselazio.

Arianna Centrone

Diciotto squadre sono scese in campo per darsi battaglia nel Gran premio delle Regioni Under 21, il Lazio chiude al quarto posto con 8 penalità al pari di Toscana, Piemonte e Marche, ma con un tempo più alto delle prime due.

Si tinge di verde la vetta del podio dell’edizione 2018 del Gran Premio delle Regioni Under 21, è stata la Lombardia con quattro penalità a conquistare il primato, alle sue spalle Toscana e Piemonte.

Un po’ di amaro in bocca per la nostra rappresentativa guidata da Piero Coata: “non potevo chiedere di più ai nostri ragazzi. Per vincere serve anche un pizzico di fortuna, che oggi ci è mancata, ma sono molto soddisfatto perché chiudere con sole 8 penalità significa aver fatto delle selezioni adeguate, che hanno portato alla scelta degli atleti più idonei. Ovviamente devo ringraziare gli istruttori Filippo Lupis, Christian Marini, Antongiulio Pieraccini e Alberto de Giorgio con i quali abbiamo lavorato per portare a casa il miglior risultato”.

Un’esperienza che è servita ai cinque ragazzi: per crescere, per conoscersi e per assaporare i primi passi per diventare campioni. La squadra ha terminato con 8 penalità e un tempo totale di 398”63.

Questi i nostri giovani:

Bianca Iori: classe 2002, allieva di Filippo Lupis presso il Circolo Ippico Baccarat, quest’anno ha già partecipato alla Coppa del Presidente di Piazza di Siena. Ha preso parte al Gran Premio delle Regioni a titolo individuale nella categoria di altezza 1 metro e 25 terminando al 23° posto con 0/8 ed il tempo di 123”37.

Sara Morucci: classe 2000, si è affermata negli ultimi anni tra le migliori junior italiane e si trova al momento al 23° posto della computer-list ed è la campionessa regionale junior in carica. Allieva di Alberto de Giorgio monta nelle strutture del Circolo Ippico Acqua Santa. Ha chiuso al quinto posto della classifica individuale con un doppio netto nel tempo di 131”79.

Olga Cerasi: classe 2000, con la squadra del Lazio è stata già protagonista a Piazza di Siena e a Fieracavalli, ma l’allieva di Antongiulio Pieraccini, che si allena al Pony Club Roma, non smette di regalarci emozioni. In sella a Pesetas  è andata ad occupare l’undicesimo posto della classifica individuale con 0/4 nel tempo di 129”83 nella categoria di altezza 1 metro e 25.

Cristian Calligaris: classe 2000, medaglia d’argento in carica ai Campionati regionali Assoluti ed unico uomo della squadra. Allievo di Christian Marini, si allena quotidianamente nelle strutture del Circolo Ippico Casale San Nicola.  Con il suo Renkum Delaware ha chiuso con 8/8 nel tempo di 131”99 ed il 31° posto nella classifica individuale della categoria di altezza 1 metro e 30.

Priscilla Pigozzi Garofalo: classe 2000, vanta numerose partecipazioni e successi internazionali tra cui la vittoria agli  Europei Pony  2016 Vilhelmsbor). L’amazzone del Pony Club Roma, allieva di Antongiulio Pieraccini in sella a Giljana ha commesso un errore il primo giorno e chiuso alla perfezione la seconda manche. 

Tra le leve cresciute nel Lazio, solo due amazzoni si sono qualificate al premio KEP ITALIA Talent Rider Junior. Parliamo di Priscilla Pigozzi Garofalo (Pony Club Roma, Istr. Antongiulio Pieraccini) e Sara Morucci (Acqua Santa, Istr. Alberto de Giorgio). Le due under 21 si trovano rispettivamente al 21° e al 23° posto della Computer List junior nazionale, aggiornata al 15 settembre. Oggi, venerdì 26 settembre, scenderanno in campo alle ore 13.15 nell'ArenaFISE (padiglione 5) e domani affronteranno la finale. Il CR Fise Lazio si congratula e gli porge un grande in bocca al lupo! 

 La rappresentativa laziale fa faville all’Arena FISE di Fieracavalli Verona

Numerose le scuderie del Lazio che hanno raggiunto la storica Fieracavalli di Verona. Alla sua 120° edizione, l’atmosfera della fiera profuma di potenza mondiale e gli atleti targati Fise Lazio hanno saputo rappresentare al meglio la nostra regione. 

Vicino ai giovani il Presidente Carlo Nepi, con lui il consigliere con delega ai pony Alberto De Giorgio, il referente pony Raffaele Tagliamonte, la commissione pony composta da: Gaetano de Angelis, Maria Luisa Pollastrini e Antongiulio Pieraccini ed il referente cavalli del salto ostacoli Piero Coata.

Grandi le emozioni che ci hanno regalato i più piccini protagonisti dell’ArenaFISE:

Nel premio My Horse Trofeo Pony BP 105 è stata impeccabile Martina Mastrantonio, che con un doppio netto conquista il gradino più alto del podio in sella a Poulabrandy King (CI Del Levante, Istr. Maria Luisa Pollastrini). 

Alzando di dieci centimetri, i risultati non cambiano. È stato conquistato da Zoe Tomassini il premio My Horse Coppa Campioni Cp 115, la giovane amazzone ha saputo controbattere al penultimo concorrente vincendo anche la categoria di giornata in sella al suo Aughavannon Chez (Lazio Equitazione, Istr. Gaetano de Angelis). Nella stessa gara è arrivata terza Ornella Calderini in sella a Schamtzi (CI Della Leia/ Istr. Maria Gabriella Ascenzi) e ottavo Gualtiero Nepi su Jessie J(CI Della Leia/ Istr. Maria Gabriella Ascenzi).

Numerosissimi i cavalieri targati Fise Lazio che hanno preso parte al concorso A5* presso le strutture del circolo ippico Regno Verde. Ogni dettaglio accuratamente studiato dallo Show Director e padrone di casa Gianluca Quondam, ha fatto si che i tre giorni di gara si siano svolti in nome dello sport e del divertimento.

Protagonista indiscusso Paolo Pomponi, che in sella a Igor Vt Duitschoolhoeve e Qing D’Amour ha fatto doppietta nella categoria di altezza di 1 metro e 40 del venerdì, per poi attestarsi in vetta alla gara più difficile del fine settimana, il Gran premio C145, in sella a Qing D’Amour (0/0, 38”27). Alle sue spalle Antonio Maria Garofalo su Hope Van De Horthoeve (0/0, 39”43), terzo posto di Antonio Campanellli in sella a Cornet Rouge (0/0, 40”54), e quarto Christian Marini su Embaia M (0/0, 41”68).

Tornando in ordine cronologico, il primo giorno di gara ha visto la terza posizione di

Emiliano Liberati su Dooley WV, quarto Christian Marini con EMbaia M e quinto Andrea Caprara con Forza Belgica VD Molemberg nella C140. Nuovamente protagonista della giornata Emiliano ha vinto la C135 con Donna Gabbana, piazza d’onore per Paolo Adorno su Fer Z.G., terzo Luca Marziani con Don’t Worry B e quinto Gianluca Apolloni in sella a Gla Dreams.

Joomla Extensions