APERTURA AL PUBBLICO
Lun. Mart. Merc. 10:00-13:00/14:00-16:00
Giov. 10.00-13:00
CONSULENZA ANAGRAFE EQUINA
Lunedì su appuntamento
Dott.ssa Lisa Longo - cell. 3921431003

Dal 12 al 16 settembre 2018 è andato in scena il FEI World Breeding Jumping Championships for Young Horses 2018. Nel centro equestre Domain Zangersheide, i migliori giovani cavalli del mondo ed i loro cavalieri si sono sfidati all’ultimo galoppo per conquistare il titolo di campione del Mondo.

Si è svolto nel week end 13/16 settembre lo storico concorso internazionale della Bagnaia Jumping. L’evento  nato nel 1985 con una formula interregionale, si è negli anni trasformato in uno degli appuntamenti più attesi a livello internazionale.

Tra gli atleti laziali presenti alla 31esima edizione, si è messo in risalto Marco Ciucci, che in sella a Zaraia ha ottenuto per due giorni consecutivi (sabato, domenica) il terzo posto della categoria di altezza 1 metro e 35, imponendosi sugli oltre 50 partenti al via.

Mpaaf Regno Verde 

Contemporaneamente alla Coppa ddel Mondo Giovani Cavalli, presso gli impianti del Regno Verde numerosi cavalli promettenti si davano battaglia nel concorso Mpaaf. A firma di Giuseppe Felici e Andrea D’Antoni i Gran premi dei 6 e 7 anni

 

Durante il fine settimana del 13/16 settembre si è disputato il concorso Mpaaf riservato ai giovani cavalli nelle strutture del circolo ippico Regno Verde (Narni).

Sabato, la giornata è iniziata con la categoria 4 anni sport di altezza 1 metro, dove si è posizionato al primo posto Andrea Bianchini in sella a Calien Dell’Esercito Italiano e quinto Andrea Iuè con Vai Nadir.  A seguire la categoria 4 anni elite 105: primo Giacomo della Chiesa con Rodomonte, secondo Domenico Fedeli su Valorosa Grigia, quarto Andrea Bianchini su Django Di Alma terra e quinti ex aequo Fernando Gianti in sella a Dalouveè e Marco Colasanti su Venenu.

Nella categoria riservata ai cavalli di 5 anni sport a giudizio di altezza 105 è arrivato primo Emiliano Portale con Bounty Island Dell’Esercito Italiano e terza Alessandra Ghiurghi con Camomilla Delle Sementarecce.

Per la categoria H115 dei cavalli di 5 anni elite a giudizio si è distinta Vanessa Morello con Free Spirit, terzo Jacopo Spadoni in sella a Countdowns Dell’Astro e quinto Raffaele Malloni su Blu Lagoon dell’Esercito Italiano.

Junior nuti Opglabbeek18

Gli Under 21 si piazzano in quinta posizione

 

Chiudono al quarto e quinto posto le nazionali Junior e Young rider in occasione della finale delle FEI Nations Cup™ Youth.

La finalissima si è svolta domenica 9 settembre a Opglabbeek in Belgio. Un po’ di sfortuna per la nazionale Junior agli ordini del capo equipe Marco Bergomi e con l’immancabile supporto del tecnico federale Giorgio Nuti. Gli Under 18, infatti, hanno chiuso la gara con 8 penalità a un passo dal podio. A comporre il team azzurro sono stati Giacomo Casadei (4) su Capitol (Prop. Gestut Lewitz/Koki Saito), Martina Giordano (21) su Un Zephyr des Isle (Prop. Allstar & Allevamento Guldemboom) in sostituzione di Neri Pieraccini, Alessandra Bonifazi (4) su Intrigo RS (Prop. Srl Rs Team-Breeding Roma/Asd Madeforyou) e Francesco Corredu (0) su Necofix (Prop. Soc. Agr. Correddu GB & Pecchio ESS) e Neri Pieraccini (8) su Z (Prop. Jv- Horses). Vittoria per la Gran Bretagna (0); seguita a ruota da Irlanda, seconda con 4 e Belgio, terzo con 5 penalità.

Il team Young Rider ha chiuso, invece, al quinto posto la finalissima per la quale avevano ottenuto la qualifica durante la prima giornata di gara. La squadra sempre agli ordini del capo equipe Marco Bergomi e sotto l’attento sguardo del tecnico federale Giorgio Nuti era composta da Tommaso Gerardi (0) su Bucaramanga (Prop. Daniela Simonetti, Cagliari/John Rogers Fernandez Tarazona), Alessandra Fuzi (4) su Rmf Tequila (Prop. Ziogigi Sas di Alessandra Fuzzi &C), in sostituzione di Luigi Del Prete; Vittoria Fuser (0) su Uriane de Fussigny (Prop. Thierry Raverdy, Aubigny En Laonnois/Francois Mathy-Starlight Spril) e Michele Perevitali (4) su Cartaire Z (LG Morsink & JRJ Evenhuis). Il team Under 21 ha chiuso la gara con 18 penalità. Vittoria per la Svizzera (5), piazza d’onore per la Danimarca (7), terzo posto per il Belgio (8). 

Considerati i cambi effettuati dal tecnico (regolamento della finale di FEI Nations Cup™ senior) è proprio il caso di dire che al risultato hanno contribuito proprio tutti i binomi di ognuna delle due squadre.

"Il livello della competizione – ha detto Giorgio Nuti, tecnico delle nazionali giovanili - è stato alto poiché tutte le nazioni hanno schierato le migliori squadre. Ci siamo qualificati per la finalissima della domenica e non siamo andati lontani dal risultato di prestigio (con gli Junior quarti su otto squadre; mentre con gli Young rider quinti su nove, ndr), ma dobbiamo concentrarci sugli aspetti da migliorare e continuare a lavorare. Ormai il livello è talmente alto che bisogna fare zero se si vuole vincere, 4 o 8 penalità non bastano più. Ringrazio comunque – ha concluso Nuti - tutti i ragazzi per l'impegno che hanno messo partecipando a questa finale, rinunciando a prendere parte ai Campionati Italiani".

 

(Nella foto: il Team Italia Junior durante la ricongnizione con il tecnico Nuti)

CIRCUITO “GIOVANI PROMESSE 2018”

Conclusa la prima fase del Progetto Giovani Promesse 2018 si passa alla programmazione della seconda fase

La visione dei giovani cavalieri in occasione delle diverse tappe del Progetto Sport Lazio nei livelli 115 e 120 ha caratterizzato la prima fase del Progetto che ha portato a selezionare William Fagiani e ad inserirlo, a spese del Comitato Regionale, negli stages tecnici di Giorgio Nuti al pari dei cavalieri del Team Lazio Giovani (Juniores e Young Riders) selezionati dal referente tecnico del settore Piero Coata.

A Cattolica la selezione della rappresentativa laziale che prenderà parte al Gran Premio delle Regioni Under 21 di Verona 2018
La Commissione Salto Ostacoli del CR Lazio informa che quanto prima verrà emanata la "long list" dei binomi di interesse regionale per la selezione della squadra che prenderà parte al Gran Premio delle Regioni Under 21 di Verona 2018. Tutti i cavalieri inseriti nella long list, se interessati, dovranno prendere parte al concorso A5* di San Giovanni in  Marignano  (5-7 ottobre 2018) dove verrà selezionata la squadra composta da cinque elementi.

Longines Global Champions Tour, Valente firma la terza vittoria azzurra 2 stelle
Si è conclusa la terza giornata del concorso internazionale CSI2* ospitato in occasione della 4° tappa targata “Longines Global Champions Tour Roma”, in scena allo Stadio Dei Marmi “Pietro Mennea”.

Terzo inno di Mameli 2 stelle – dopo il bis di Giovanni Sapuppo – grazie al nostro Raffaele Valente e Columbcille Gipsy. Il giovane cavaliere, classe 1994 non si è, infatti, accontentato del secondo posto della categoria di 1 metro e 40 ed ha deciso di premere l’acceleratore nel barrage della categoria successiva, misurata su 1 metro e 30. Cronometro fermo su 36”97 con zero penalità. Alle sue spalle, il sergente Alice Bertoli con Bolscoi di Vallerano. Anche per lei netto al barrage, nel tempo di 38”58. Sul terzo gradino del podio sale il belga Ignace Philips su Corten van’T Klein Asdonk Z (0/39”35).

Classifica invertita nella prova di 1 metro e 40 mista: inno belga – per Ignace Philips in sella a Dieudonne de Guldenboom (0/0, 58”49) e piazza d’onore per Raffaele Valente e Kannella (0/0, 60”42). Tedesco e rosa il terzo posto, con Nicola Pohl in sella a Walona. Mentre al quarto posto, in mostra, Gianluca Apolloni e Baby Arko che hanno tagliato il traguardo nel tempo di 67"31.

ph©Guia Pavese

Due medaglie d’argento, due medaglie di bronzo e numerosi children in mostra. Questo è il bilancio, targato Fise Lazio, sugli oltre 560 binomi in gara ai Campionati italiani 2018, presso il centro dell’Arezzo International Horses

 

Si riconferma ai massimi livelli Angelica Impronta in sella Estee Vb nel Campionato Assoluto Young Rider, il binomio medaglia d’oro nella scorsa edizione, è riuscito a portare a termine i cinque percorsi, con finale su 1 metro e 50, e salire sul terzo gradino del podio. Sesto posto per l’amazzone Bianca Gresele con Amarillo, binomio che chiude al meglio la stagione di gare, dopo aver partecipato ai Campionati Europei di Fontainebleau. Arriva decimo, la medaglia d’oro in carica ai Campionati Regionali 2018, Matteo Del Prete su Athina.

Arezzopanok

Ad Arezzo il fitto programma di gare ed un numero crescente di iscritti

L’equitazione e i giovani sono ormai un binomio che si rafforza sempre di più. Dopo il successo delle Ponyadi 2018, dove i numeri dei partecipanti, dei pony e dei percorsi è stato da record, anche per l’edizione dei Campionati Italiani Giovanili di quest’anno si prospettano quattro giorni di gare dal programma fittissimo.

I numeri sono in crescita rispetto all’edizione del 2017: saranno infatti oltre 560 i partenti nei Campionati, Criterium e Trofei destinati agli Under 21 che si svolgeranno presso le strutture dell’Arezzo International Horses dal 6 al 9 settembre.

Powered by JS Network Solutions