APERTURA AL PUBBLICO
Lun. Mart. Merc. 10:00-13:00/14:00-16:00
Giov. 10.00-13:00
CONSULENZA ANAGRAFE EQUINA
Lunedì su appuntamento
Dott.ssa Lisa Longo - cell. 3921431003

Numerosi gli atleti scesi in campo all’Arezzo Equestrian Center per portare a termine i percorsi del  direttore di campo Danilo Pierino Galimberti.

Protagonista indiscusso del concorso Antonio Maria Garofalo, che in sella a Hope Van Horthoeve ha firmato quattro percorsi netti aggiudicandosi la vittoria del Gran Premio di altezza 1 metro e 45 Horthoeve (0/0, 39”01) e del piccolo Gran premio di 1 metro e 35 (0/0, 30”36), senza lasciare  possibilità di replica ai suoi avversari.

I successi dei cavalieri laziali sono arrivati in molte categorie. Venerdì Paolo Pomponi si è aggiudicato la C135 in sella a Qing D’Amour, seguito a poca distanza da Fabio Iannucci su Lambada Delle Schaive; terza posizione per la neo medaglia di bronzo young rider Angelica Impronta con Estee Vb e quinto Andrea Venturini in sella a Abou Sim Bel. Ottiene il terzo posto Emiliano Liberati con Kyra Van Het Groene Dak nella C140, mentre si distingue nella C115 la junior Rebecca Alesi con Chiara.

Il secondo giorno di gara nuovamente in premiazione, ma questa volta in vetta alla classifica, Emiliano Liberati su Kyra Van Het Groene Dak nella C140, alle sue spalle Andrea Bracci su Ulquidam Montfollet, quarta Maria Vittoria Cirimbilla con Fendi e quinta Angelica Impronta in sella a Estee Vb.

Dopo la C140 è stato il turno del piccolo Gran Premio, dominato dagli atleti laziali, guidati da  Antonio Maria Garofalo nel giro d’onore, in terza posizione Fabio Iannucci con Lambada Delle Schiave, quarto Stefano Brecciaroli su Masai Delle Schiave e quinto Edoardo Tommaso Fochi in sella a Qaro Dan.

Il primo ed il secondo posto della categoria di altezza 1 metro e 25 sono stati merito di Asia Calligaris con Rain e Leonardo Tipo Galbani con Brabant Lease Bikkel, mentre la vittoria della C120 porta il nome di Alessandro La Commare su Yari, seguito al quinto posto da Matilde Tommasetti con Discover JB. La bandiera laziale è stata issata anche nella B110, vinta da Alessandro Nardi su Castle Quality con al terzo posto Giada De Angelis su Flying Star Dhh. Quest’ ultimo binomio migliora di una posizione il giorno seguente arrivando seconda nella medesima categoria, seguita al quarto posto dal fratello Giulio sempre in sella a Flying Star Dhh.

Il Gran premio di domenica oltre la vittoria di Antonio Maria Garofalo ha messo in mostra Andrea Bracci su Underwarpd, quarti classificati. Nella C135 piazza d’onore per Roberto Consumati su Quadriglio Del Terriccio e quinta quinta Veronica Marra con Honey-B Van Het Heerehof nella C130.

Mettono in evidenza il Lazio nella categoria di altezza 1 metro e 20 Margherita Cipolloni e Quite Rubin, che si lasciano alle spalle Yannick Guillon Xenard con Jabadabadoe. Infine, il concorso si è chiuso con la vittoria di vince Matilde Tomassetti su Discover Jb ed il quarto posto di Giulia Ceccarelli con Darlinda L.

 

Joomla Extensions