APERTURA AL PUBBLICO
Lun. Mart. Merc. 10:00-13:00/14:00-16:00
Giov. 10.00-13:00
CONSULENZA ANAGRAFE EQUINA
Dott.ssa Lisa Longo - cell. 3921431003

La prova di salto ostacoli ha archiviato la tappa italiana targata “FEI Eventing Nations Cup™”.

Il campo del Centro Equestre Ranieri di Campello dei Pratoni del Vivaro ha consegnato la Coppa delle Nazioni di completo alla Svizzera. 

La squadra elvetica, tutta al femminile (Patrizia Attinger su Mooney Amach; Caroline Gerber su Tresor de Chignan Ch; Tiziana Realini su Toubleu de Rueire) con 162.4 punti negativi non ha avuto problemi nel conservare la posizione di leader guadagnata dopo le prove di dressage e di cross country. 

Il team azzurro, composto da Marco Biasia con Junco CP, e i nostri Fosco Girardi con Feldheger, Pietro Roman con Castlewoods Jake e la riserva Marco Cappai con Santal Du Halage, è salito sul  secondo gradino del podio con 186.8 punti negativi. Terzo posto per la Svezia (Sandra Gustafsson, Koordinat; Malin Josefsson, Agaton V su Niklas Lindback) con 238.5.

Queste le parole del capo equipe svizzero Dominik Burger: «Sono particolarmente orgoglioso di queste ragazze. Hanno lavorato duramente e il loro impegno ha pagato. Abbiamo ottenuto un risultato importante, in chiave qualificazione olimpica”. 

Soddisfatto ma cauto il capo equipe azzurro Giacomo Della Chiesa: “Il percorso è ancora lungo, ma ci sono tutti i presupposti per continuare in questo modo».

L’evento dei Pratoni valeva anche come gara internazionale 4* a titolo individuale. Il successo è andato al 45enne svedese Niklas Lindback (Focus Filiocus) con 37.6: cavaliere di grande esperienza (ha partecipato ai Giochi di Londra 2012), grazie a un percorso netto ha ribaltato la situazione con il francese Benjamin Massie (Ungaro de Kreisker), che ha chiuso secondo con 41.5. Il podio è stato completato dall’azzurro Roman: anche lui autore di un errore nel percorso odierno, è finito terzo con 43.0.

In allegato la classifica ufficiale

Joomla Extensions