APERTURA AL PUBBLICO
Lunedì. Martedì. Giovedì. Venerdì 9:00-13:00/13:30-15:00 Mercoledì CHIUSO
Recapiti telefonici: 0633225361 / 0633221234

Simoncini_Stefano_crossSuccesso di partecipanti e di pubblico per l’iniziativa ideata e messa in campo lo scorso fine settimana ad Arcinazzo, presso il Centro Equestre  San Giorgio. In via sperimentale  Rodolfo Del Treste, referente  del Lazio per il cross country, Stefano Falzini per il salto ostacoli e con il pieno sostegno del Presidente del Comitato Lazio Giuseppe Brunetti, hanno voluto inserire nel  programma del concorso A* di salto ostacoli due categorie  di cross country. La finalità per cui questa iniziativa è stata promossa, quella  di dare modo a chi solitamente pratica la disciplina del salto ostacoli di avvicinarsi al cross country, in questa occasione è stata raggiunta in pieno, creando momenti di spettacolarità, notevole divertimento e nuove  emozioni  per i partecipanti e per il pubblico presente.  La gara di campagna possiede un fascino particolare, per chi la pratica e per chi la segue come spettatore: cavallo e cavaliere sono inseriti in un contesto naturale che rende speciale questo tipo di competizione. Una buona opportunità per provare a chi non aveva mai sperimentato e chissà, per far nascere nuove passioni. La  categoria 1 ha visto un gran numero di junior prendervi parte. La vittoria è andata ad uno junior  esordiente nel cross, Giacomo Perini – C.I. Orlando – su Bella Horse, che ha battuto Lavinia Del Treste – C.I. Talus – anche lei junior  ma con una “ tradizione di famiglia” al  cross country,  piazzatasi  al secondo posto con Just Jack. Terza ancora una giovanissima esordiente del C.I. Orlando, Giulia Toti in sella a Miss del Colle Formale. Solamente tre i binomi nella categoria 2: primo posto per Massimo Fontana del Trekking Horse su AL SA DA Graf King, seconda Renata Anna Kurczak su Chilli per il C.I. Talus e terza Paola Vittorioso su Morafic Dream, ancora per il C.I. Talus. Esperienza che verrà presto ripetuta, con l’inserimento in calendario di altre date con le due discipline nello stesso ambito. La difficoltà maggiore – spiega Stefano Falzini – sta solamente  nel numero limitato di strutture attrezzate con campi sia per il salto che per il cross country.

Joomla Extensions