APERTURA AL PUBBLICO
Lunedì. Martedì. Giovedì. Venerdì 9:00-13:00/13:30-15:00 Mercoledì CHIUSO
CONSULENZA ANAGRAFE EQUINA
Dott.ssa Lisa Longo - cell. 3921431003

Vi informiamo che le persone in possesso di doppia qualifica: Istruttore o tecnico e ufficiale di gara di Salto Ostacoli, Steward o Segreteria, possono ottenere il DOPPIO AGGIORNAMENTO partecipando la MATTINA a FISE con TE ed il POMERIGGIO, alle 14:00, dopo la pausa pranzo, a FISE con UdG. Le sale in cui si svolgono i due corsi sono limitrofe (Auditorium e Sala A) al 1° piano.
- FISE con TE = istruttori e tecnici come sempre, che inizia alle 10:30 e finisce per le 17:00 circa
- FISE con UdG = per tutti UdG di Salto Ostacoli e segreterie di concorso, anche steward, tranne i direttori di campo. Inizia alle 14:00 e finisce per le 17:00 circa
Ricordiamo che è necessario aver effettuato il rinnovo del tesseramento FISE 2020 per avere l'aggiornamento e che è necessario firmare entrata ed uscita agli accrediti all'ingresso della sala, sia per uno che per l'altro evento. Gli accrediti per entrambi gli eventi sono ad un desk unico al piano delle sale.
Inoltre, ricordiamo che gli istruttori devono portare il loro libretto al seguito, se ne sono in possesso, per mettere la firma dell'aggiornamento (Ci penserà la formazione della FISE a firmarli).
Per iscrizioni mandare una mail con nominativo e carica/ruolo a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Il settore Formazione Fise Lazio organizza il 2 e 3 Marzo c.a. un corso BLSD Esecutore - Abilitazione Manovre Rianimatorie e impiego del defribrillatore semi-automatico esterno. VALIDO COME AGGIORNAMENTO E OBBLIGATORIO OGNI DUE ANNI, come da Circolare CONI.

Il corso si svolgerà presso il Centro Ippico il Castello in via della Macchiarella s.n.c.e avrà un costo di euro 170,00 (centosettanta).

Sarà possibile iscriversi dal sito FISE Lazio o dal sistema on line FISE

CONTENUTI DEL CORSO

Il corso " BLSD esecutore",  abilita alle manovre rianimatorie e all'impiego del DAE (Defibrillatore semi-Automatico Esterno) ed è rivolto principalmente a Dirigenti, Allenatori, Tecnici, Atleti, Volontari e accompagnatori delle Società Sportive.

Il corso si rivolge agli operatori sportivi, con lo scopo di trasmettere un metodo che consenta di gestire il soccorso all’atleta in caso di arresto cardiaco, con il supporto del defibrillatore semiautomatico, al fine di prevenire i danni cerebrali del soggetto non cosciente. Il programma "Basic life support (primo soccorso di base), prevede un percorso formativo semplice, studiato appositamente per ricevere un addestramento basilare sul primo soccorso (BLS) e, alla RCP (rianimazione cardio-polmonare), sono state inoltre incluse le manovre di disostruzione da corpo estraneo. E’ necessario precisare che, per un soccorritore occasionale, è consentito utilizzare il defibrillatore semiautomatico esterno solo se preventivamente autorizzato, secondo quanto previsto dal D.L. 18 marzo 2011 n. 273, G.U. 129 del 06/06/2011. Partecipando a questo corso, si apprenderanno le tecniche di base a supporto delle funzioni vitali per affrontare una situazione d’emergenza utilizzando il defibrillatore semiautomatico esterno (AED).

Obiettivi generali

  • Acquisire le conoscenze e le capacità operative relative alla rianimazione cardiopolmonare mediante l’applicazione del Basic Life Support e della defibrillazione precoce.
  • Ribadire l'importanza del riconoscimento precoce di un arresto cardio-circolatorio e della corretta attivazione del sistema di emergenza (118/112)
  • Promuovere la diffusione della conoscenza e delle abilità di esecuzione delle manovre di base di Rianimazione Cardio-Polmonare (RCP) nelle Società Sportive
  • Attivare il percorso formativo di base sulla RCP abilitante all'uso dei DAE (corsi di Basic Life Support and Defibrillation - BLS-D) per intervenire adeguatamente in caso di emergenza ovunque si pratichi attività sportiva anche al di fuori del momento competitivo

Programma Modulo Giuridico

- Cenni sulla normativa vigente

- concetti di rischio;

- Danno;

- Prevenzione;

- Protezione;

- Organizzazione della prevenzione aziendale;

- Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali;

- Organi di vigilanza, controllo e assistenza.

Programma BLSD esecutore

- Riconoscimento precoce arresto cardiaco improvviso

- Segni indicatori Arresto Cardiaco Improvviso

- Manovre RCP - Rianimazione Cardio Polmonare

- Manovre di disostruzione delle vie aeree

- Utilizzo del Defibrillatore

- Questionario Apprendimento

- Skill Test esame finale 

Torna a Roma l’appuntamento  "FISE con Te", il format creato dalla Federazione Italiana Sport Equestri per informare e formare  su argomenti di attualità che interessano  gli addetti ai lavori dell’intero comparto equestre.
L’incontro che avrà luogo lunedì 24 Febbraionell'Auditorium FISE - Palazzo delle Federazioni, viale Tiziano 74 - sarà introdotto da Marco Di Paola e moderato da Carlo Nepi; i temi trattati riguarderanno: semplificazioni con i nuovi regolamenti, sicurezza sul lavoro, contratti di assunzione e nuove normative per la copertura dei maneggi.
La partecipazione sarà valida come aggiornamento per Istruttori e Tecnici FISE.
 
Nella stessa giornata di lunedì 24 Febbraio si terrà, presso la Sala A del Palazzo delle Federazioni, viale Tiziano 74, "FISE con Ufficiali di Gara e Segreterie di Concorso" sui seguenti temi: Regolamento Generale Fise: le novità su Ufficiali di Gara e Manifestazioni, Regolamento Salto Ostacoli, Sezione Informatica.
Anche la partecipazione a questa iniziativa sarà valida come aggiornamento annuale per gli Ufficiali di Gara e le segreterie di Concorso provenienti da tutte le Regioni.

La partecipazione è gratuita per entrambi gli incontri, ma è necessario inviare la propria iscrizione a: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it. specificando l'evento di interesse.

Nel dar seguito alla lettera inviata al Presidente Carlo Nepi e diffusa attraverso canali social dalla Signora Paola D'angelo, il Comitato Regionale Lazio intende fornire elementi utili a completare il quadro  descritto nella suddetta lettera.
Innanzitutto nel citare le norme del regolamento che prevedevano come gare di visione le altezze fino alla 110, così come indicato dalla Signora D'angelo, sottolineiamo che  il Regolamento dei Campionati Regionali Indoor, nella parte riguardante i CRITERI DI DEFINIZIONE SQUADRE REGIONALI CAVALLI E PONY prevedeva anche che: "...la definizione delle squadre dei suddetti livelli sarà operata su una base più ampia di valutazione - quale prerogativa delle Commissioni - che si estenderà anche ai binomi che NON prenderanno parte ai Campionati Regionali. La gara di visione andrà quindi a completare il quadro complessivo dal quale scaturiranno le scelte da parte delle Commissioni, la partecipazione non è obbligatoria e le classifiche avranno valore specifico e vincolante solo ai fini dell’assegnazione dei titoli Regionali.", dal che si evince che nessun diritto di inserimento automatico nelle squadre per Pontedera potesse derivare dal piazzamento in classifica. Tale norma ha riguardato sia i pony sia i cavalli, fatta eccezione per le categorie Senior Gentleman per le quali era previsto l'ingresso nella rappresentativa Regionale in caso di vittoria del Campionato Regionale di Categoria. 
Quanto sopra per chiarire che non è stata operata alcuna scelta tecnica in difformità dal Regolamento.
Colmata la lacuna di natura regolamentare contenuta nella lettera e chiariti, quindi, gli ampi limiti dello strumento messo a disposizione delle commissioni per operare le convocazioni, passiamo al metodo di valutazione seguito per l’inserimento dei binomi nella squadra. E' prassi comune, da parte dei selezionatori, in linea generale ma non esclusiva, di indirizzare i binomi prescelti su categorie leggermente inferiori a quelle solitamente disputate dai ragazzi, per compensare le difficoltà derivanti da altri fattori, per esempio il fatto che si tratti di una gara a squadre che potrebbe comportare una tensione ulteriore, il saltare in un campo indoor, o semplicemente Il fatto di affrontare un percorso, sì, più basso, ma dai contenuti tecnici di maggiore difficoltà - come sappiamo tutti le insidie di un percorso derivano solo parzialmente dalla sua altezza: complessità del grafico, distanze, fattori ambientali, varietà cromatiche e di forma degli ostacoli. Da qui la richiesta rivolta alla signora D'Angelo di "declassare"  l'allieva nel caso fosse stata selezionata. Al di là della scelta del termine "declassare", forse poco garbato, ma comunemente usato in ambito colloquiale, la risposta affermativa da parte della signora D’Angelo non ha tenuto conto dell’impossibilità da parte della sua allieva  di disputare a Pontedera una categoria H100, avendo lei preso parte a una cat. D115 nel dicembre 2019, che in forza di un dispositivo contenuto nelle “limitazioni alla partecipazione alle manifestazioni federali”,  le avrebbe impedito l’accesso alla categoria H100.
A questo punto, in ragione delle valutazioni tecniche e dei vincoli normativi  non è stato possibile includere l’allieva del Cascianese nella Rappresentativa regionale.
Siamo certi però che il riconoscimento da parte della commissione Pony dei risultati fin qui ottenuti dal binomio, che in questa occasione non hanno avuto il coronamento sperato, saranno continuamente considerati in funzione degli impegni  futuri delle nostre rappresentative. 
Abbiamo omesso di citare il nome dell’allieva perché riteniamo di non doverle riservare un’ulteriore esposizione mediatica, ma le rivolgiamo il nostro  apprezzamento per l’impegno dimostrato e per i risultati raggiunti, ricordandole un piccolo aneddoto che racconta quali rinunce abbiano dovuto digerire grandi campioni dell’equitazione, senza che il loro spirito e la loro passione venissero minimamente  scalfite: Olimpiadi di Roma, 1960, Adriano Capuzzo si appresta a gareggiare nell’individuale. Appena Montato in sella a  The Quiet Man, viene avvicinato dal capo équipe e Presidente Fise, Generale Formigli, che gli impedisce di prendere parte alla gara, in previsione di un ipotetico  infortunio che sarebbe potuto occorrere a un componente della squadra italiana che avrebbe potuto richiedere, eventualmente, il giorno successivo, Il suo subentro  in sostituzione del binomio mancante. Queste le parole con cui Adriano Capuzzo descrisse quel colloquio: “Più andava avanti a spiegarmi, più montava in me un inaudito livore. Non credevo alle mie orecchie. Da roseo che ero, passai rapidamente ad un plumbeo pallore; per il dolore e per la rabbia credo d’essere diventato verde, come il bavero della giacca”. *
Quell’anno la squadra italiana, composta da Piero e Raimondo D’Inzeo e Antonio Oppes, vinse la medaglia di bronzo senza subire infortuni e Adriano Capuzzo rimase sugli spalti a guardare, senza potervi partecipare. Ma da lì in poi, la sua carriera di cavaliere internazionale continuò con sempre maggiori successi!
*Dal libro: Adriano Capuzzo. Scritti, 1970 - 2011
Alessandro Di Marco
Coordinatore Sportivo FISE Lazio


In conformità con quanto previsto dal Regolamento Fise Istruttori, ossia che  "
Gli aggiornamenti non potranno essere effettuati su Unità Didattiche già frequentate", per dare la possibilità agli istruttori che si trovino attualmente nella condizione di doversi aggiornare e che abbiano già frequentato in passato le UD di prossimo svolgimento, il Settore Formazione FISE Lazio organizza il 03 febbraio 2020, presso il Pony Club Il Marchione, uno Stage di Aggiornamento  tenuto dallo psicologo David Pacetta, sul tema "Rapporto Istruttore - Allievo e Istruttore - Genitore". Vi invitiamo a considerare con la dovuta attenzione l'importanza del tema trattato che coinvolge quotidianamente il ruolo dell'Istruttore sia dentro sia fuori dal campo. Comprendere e gestire al meglio  le dinamiche che si sviluppano nei rapporti tra Istruttori, allievi e famiglie può rappresentare un valido aiuto per migliorare le proprie competenze relazionali in ambito professionale.

Vi  informiamo che a partire da lunedì 3 Febbraio cambieranno gli orari d’apertura al pubblico degli uffici del Comitato Regionale, come di seguito indicato:
Lunedì, Martedì, Giovedì e Venerdì: ore 9:00-13:00 e 13:30-15:00.
Mercoledì: CHIUSO.
I nuovi orari consentiranno ai tesserati di poter usufruire dei servizi al pubblico per 4 ore settimanali in più, rispetto ai precedenti.
Vi raccomandiamo, inoltre, di attenervi strettamente ai suddetti orari che sono stati comunicati al personale in servizio all’Interno dell’Ippodromo Militare di Tor di Quinto.
Il Presidente Carlo Nepi e il Consiglio direttivo del Comitato Regionale Lazio, insieme ai tanti appassionati del nostro sport,  si stringono con affetto alla famiglia Motzo per la scomparsa, a novantatré anni, della signora Agata, moglie di Giovanni e madre di Antonio Emanuele, MariaAntonietta e Annina.
I funerali si svolgeranno in Sardegna.

Joomla Extensions